I risultati dello XOHW17 hanno visto ancora una volta il NECSTLab protagonista della competizione, infatti 7 progetti sono stati selezionati tra i finalisti e, per il secondo anno di fila, hanno vinto il premo nella categoria PhD con il team di bibbidi N-BObbiDY boo, formato da Emanuele del Sozzo (dottorando in Ingegneria Informatica), Marco Nanni e (studente magistrale in Ingegneria Informatica) Marco Rabozzi (dottorando in Ingegneria Informatica). I due dottorandi sono stati anche protagonisti anche del NGC17 negli States, tenendo talk in alcune tra le più importanti aziende del territorio.
Insieme ai gruppi finalisti, tra cui i progetti numPYNQ, WEMoS, BIE-PInCS, Sibyl, TiReX e OXIgen, presentati in un precedente articolo, i tre informatici del Politecnico di Milano sono stati gli unici a conquistare l’ambito premio.

bibbidi_N-BObbiDY_boo
bibbidi_N-BObbiDY_boo
Credits:NECSTLab

L’ “N-Body simulation” è un processo che descrive l’evoluzione di un sistema di forze composto da N corpi. Questo processo è particolarmente importante in fisica, nonché abbastanza generico da poter descrivere il comportamento di multipli corpi in contesti che vanno dall’astrofisica alla dinamica molecolare. Il problema principale di questo algoritmo è dato dal fatto che la sua versione più accurata risulterebbe particolarmente pesante a livello computazione e una conseguente pura implementazione software su CPU sarebbe inefficiente sia da un punto di vista di prestazioni che di consumo di potenza.
In questo progetto, quindi, si propone un’implementazione su FPGA altamente scalabile, efficiente dal punto di vista della potenza e ad alte prestazione dell’algoritmo di N-Body simulation.

Facebook: https://www.facebook.com/BibbidiNBobbidyboo
Twitter: https://twitter.com/N_BodyAtNECST
YouTube: https://www.youtube.com/playlist?list=PLewc2qlpcOufHsWYSMp0mmAR3b5sS7qLQ
Bitbucket: https://bitbucket.org/necst/xohw17_bibbidin-bobbidyboo_public/

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here